Sostegno Spituale alle missioni

Il sostegno spirituale è essenziale per la realizzazione dell’attività missionaria. Essa, infatti, non è delegata ai soli missionari, ma è compito affidato a tutti i cristiani come singoli e come comunità. Possiamo contare su di te?


Tutti i cristiani sono corresponsabili dell'attività missionaria. Oggi più che mai, la missione è affidata ai laici, alle famiglie, alle donne, ai giovani. Nessuno può dire “non mi riguarda”!

 

 

La cooperazione spirituale alla missione si attua attraverso 3 modalità principali:

  • Preghiera
  • Sacrificio
  • Testimonianza di vita cristiana

La preghiera: è la rugiada che accompagna il cammino dei missionari e rende l'annuncio della Parola efficace. San Paolo nelle sue Lettere chiede spesso ai fedeli di pregare per lui, perché gli sia concesso di annunziare il Vangelo con fiducia e franchezza. Ogni giorno come missionari siamo rinfrancati e sorretti dalla preghiera di tante persone sparse in tutti i continenti! Quanta forza e quanta consolazione nasce da questi doni che ci raggiungono laddove operiamo!

 

 

Il Sacrificio – Ogni dolore e difficoltà, accettata e offerta a Dio con amore sono portatori di Grazia. La preziosità di questa offerta scaturisce dal sacrificio di Cristo, che chiama le membra del suo mistico corpo ad associarsi ai suoi patimenti, a completarli nella propria carne. (Col 1,24) Quante volte abbiamo sperimentato nella nostra vita il frutto dell’offerta silenziosa di tanti amici che, dal letto del dolore o in periodi di sofferenza hanno offerto con amore per noi missionari un dolore fisico, una situazione difficile in famiglia, una prova, una malattia…

 

Giuseppina ci scrive:

Cari missionari, in questo periodo la malattia continua a darmi nausea e i dolori si spostano da una parte all'altra del corpo, la chemioterapia mi lascia senza forze. La gamba va un po' meglio ma esco solo per andare all'ospedale. Ho unito il mio sì a quello di Maria chiedendo a Lei la forza di andare avanti con fede. Dalla prima volta che sono entrata in ospedale offro tutto per le vocazioni, in cambio ho ricevuto tanta serenità. In questa nuova situazione ho chiesto a Dio e a sua Madre di prendere queste mie sofferenze per lo stesso motivo, per la vostra comunità. Vi abbraccio forte. Giuseppina.

 

La testimonianza di vita cristiana - Nei primi secoli il cristianesimo si diffuse soprattutto perché i cristiani, viaggiando o stabilendosi in regioni in cui Cristo non era stato annunziato. Testimoniavano con coraggio la loro fede e vi fondavano le prime comunità. Oggi sono numerosi i cittadini dei paesi di missione e gli appartenenti a religioni non cristiane, che si stabiliscono nelle nostre città per motivi di studio e di lavoro, o costretti dalle condizioni politiche o economiche dei luoghi di origine. La presenza di questi fratelli ci chiama all'accoglienza, al dialogo, al servizio, alla condivisione, alla testimonianza e all'annunzio diretto. Annunzio e testimonianza da vivere anche nel campo della politica, dell'economia, della cultura, della comunicazione, della scuola…

 

La fede di Giorgio

Carissimi missionari, spero di riuscire a venire a trovarvi presto con la mia famiglia per farvi conoscere l'ultima nata. A lavoro ci sono difficoltà, perchè c'è chi vorrebbe bloccare la mia assunzione a causa del fatto che sono cristiano e non lo nascondo. Cerco di vivere nel lavoro quotidiano i valori in cui credo, di essere aperto e in dialogo con tutti, ma mi accorgo che sono una presenza scomoda e sto rischiando di perdere il lavoro a causa di alcune persone che con astuzia tentano di mettermi in cattiva luce. Porto la croce al collo e alcuni colleghi mi hanno consigliato di nasconderla per non avere problemi. Mi sono rifiutato. Posso forse barattare la fede per un lavoro? Il Signore provvederà, vi chiedo di essermi vicino e porto avanti il mio combattimento. Offro anche questo per voi. Giorgio

 


Sostienici con la Preghiera:

  • Scarica il depliant del Rosario Missionario e offri la tua preghiera per le missioni e per i missionari.