Ottobre è dal 1926 un mese speciale per quanti operano e sostengono l'azione missionaria della Chiesa: è il mese dedicato alla missione. Un periodo che culmina domenica 21 ottobre 2018 con la Giornata Missionaria Mondiale


LA STORIA DELLA GMM - L'Opera della Propagazione della Fede, nel 1926 propose a Papa Pio XI di indire una giornata annuale in favore dell’attività missionaria della Chiesa universale. La richiesta venne accettata e quello stesso anno si celebrò la prima “Giornata Missionaria Mondiale per la propagazione della fede”, stabilendo che ciò avvenisse ogni penultima domenica di ottobre.
Verso la fine degli anni '60, Papa Paolo VI esortò i cristiani a rendere la Giornata Missionaria “espressione di una evangelizzazione permanente”, raccomandando preghiere e sacrifici quotidiani, in modo che la celebrazione della Giornata Missionaria fosse espressione di un impegno missionario costante da parte dei fedeli.

Da quel momento prese vita un cammino di preparazione alla Giornata articolato in cinque settimane, durante le quali vengono proposti cinque temi su cui riflettere:

  • La Contemplazione, fonte della testimonianza missionaria, per la prima settimana
  • La Vocazione, motivo essenziale dell’impegno missionario, per la seconda
  • La Responsabilità, atteggiamento interiore per vivere la missione, per la terza
  • La Carità, cuore della missionarietà, per la quarta
  • Il Ringraziamento, gratitudine verso Dio per il dono della missione, per l'ultima settimana

 

LA GIORNATA MISSIONARIA MONDIALE 2018 - Lo slogan di questa 92esima edizione è "Giovani per il Vangelo". Esso ha, da una parte, una valenza fortemente vocazionale in riferimento alla necessità impellente di giovani disposti a dare la vita per l’annuncio e la testimonianza del Vangelo e dunque la causa del Regno. Dall’altra, lo slogan scelto richiama alla freschezza dell’impegno ad gentes che riguarda le comunità cristiane nel loro complesso, indipendentemente dall’età anagrafica. Per essere missionari/e bisogna sempre e comunque avere un cuore giovane.

 

 

Vivi la gioia della missione - Nel mese di ottobre riscopri la gioia di un rinnovato impegno missionario, fai 4 scelte:

  1. Preghiera: Accompagna il cammino dei missionari e sostieni il loro ministero attraverso una vita di preghiera più intensa in questo mese
  2. Sacrificio: Offri con amore a Dio le situazioni dolorose che stai vivendo: ogni sofferenza, accettata e offerta a Dio con amore, raggiunge i missionari sparsi nel mondo
  3. Condivisione: Sono molte le necessità materiali ed economiche delle missioni e il contributo di ciascuno è prezioso. Fai arrivare anche tu il tuo dono e il tuo amore
  4. Accoglienza: Fatti vicino a chi vive ai margini della società, a chi ha lasciato il proprio paese a causa di guerre o povertà. Offri il calore di una presenza amica.

 

 
Sergio Cassol, missionario della CMV, mentre celebra una messa all'aperto a Lima (Perù)

 


 

Il messaggio del PapaIl Papa stesso, ogni anno, invia un Messaggio per la celebrazione di questo importante appuntamento. Quest’anno il messaggio del Papa ha per titolo “Insieme ai giovani, portiamo il Vangelo a tutti”:

Ogni uomo e donna è una missione, e questa è la ragione per cui si trova a vivere sulla terra. Essere attratti ed essere inviati sono i due movimenti che il nostro cuore, soprattutto quando è giovane in età, sente come forze interiori dell’amore che promettono futuro e spingono in avanti la nostra esistenza. Nessuno come i giovani sente quanto la vita irrompa e attragga. Vivere con gioia la propria responsabilità per il mondo è una grande sfida. Conosco bene le luci e le ombre dell’essere giovani, e se penso alla mia giovinezza e alla mia famiglia, ricordo l’intensità della speranza per un futuro migliore. Il fatto di trovarci in questo mondo non per nostra decisione, ci fa intuire che c’è un’iniziativa che ci precede e ci fa esistere. Ognuno di noi è chiamato a riflettere su questa realtà: «Io sono una missione in questa terra, e per questo mi trovo in questo mondo


Ti potrebbe interessare: