La Parrocchia di Santa Monica, affidata alla Comunità Missionaria di Villaregia, ha vissuto nel fine settimana del 15 e 16 giugno la sua prima visita pastorale del cardinale Philippe Ouedraogo, in occasione della Festa della Santissima Trinità


Dopo due anni dalla sua erezione, la giovane parrocchia che conta circa 15mila cristiani su 75mila abitanti alla periferia sud della capitale, ha dato del suo meglio per celebrare questo avvenimento. È stato un incontro molto partecipato e significativo per la popolazione di Ouagadougou.

 

Oltre alle visite ad alcune cappelle e famiglie, il cardinale ha incontrato 300 laici impegnati nelle 25 comunità di base (CCB) rinnovando con loro la scelta fondamentale della Chiesa, quella di essere missionaria sempre nonstante le fatiche, le difficoltà e la povertà dei mezzi.

La familiarità dell’incontro ha permesso alle persone presenti di poter porre delle domande al prelato, che ha donato a ciascuno una risposta di padre.

 

 

Anche i giovani sono stati numerosi nell’incontro avvenuto la sera di sabato 15 giugno. Incontro, desiderato dal cardinale Ouedraogo, che con loro ha sottolineato a partire dal libro degli Atti degli Apostoli, i quattro pilastri della vita cristiani: la preghiera, l’ascolto della Parola, la carità e la missionarietà, tutti elementi per essere santi come Dio è Santo. Ha invitato ciascuno a impegnarsi nel proprio cammino cristiano con radicalità, nonostante nella società burkinabé si è una minoranza.

 

La domenica, Festa della Santissima Trinità, durante la celebrazione tutte le etnie che compongono il meraviglioso popolo burkinabé hanno potuto lodare Dio nella propria lingua. E con le proprie tradizioni, i canti, le danze e le preghiere nelle diverse lingue hanno sottolineato l’unità, seppur nella diversità.

Aspetto sottolineato con forza dal cardinale che ha rinnovato l’appello alla pace e concordia in questo tempo in cui alcune regioni del Burkina Faso sono assediate dai terroristi con le loro azioni che tentano di seminare discordia tra cattolici e musulmani.

 

 

Al termine della visita, il Cardinale ha ringraziato la Comunità missionaria di Villaregia per l’intenso lavoro svolto che, dopo solo due anni, vede già bei frutti nella risposta della gente alle varie iniziative.

Accompagnamo con affetto l’intenso lavoro pastorale del cardinal Philippe, pastore della Chiesa famiglia di Dio in Burkina Faso.